• info@ecsolutions.it

Smart & Start: Cos’è ?

Smart&Start Italia sostiene la nascita e la crescita delle startup innovative su tutto il territorio nazionale.

Chi può chiedere un finanziamento:

  1. startup innovative di piccola dimensione, costituite da non più di 60 mesi. Una startup è considerata innovativa se:
    • -è una società di capitali costituita da non più di 60 mesi
    • -offre prodotti o servizi innovativi ad alto contenuto tecnologico
    • -ha un valore della produzione fino a 5 milioni di euro
  2. team di persone fisiche che vogliono costituire una startup innovativa in Italia, anche se residenti all’estero o di nazionalità straniera.

Smart & Start: Cosa si può fare

Avviare piani di impresa

Caratterizzati da un significativo contenuto tecnologico e innovativo, e/o mirati allo sviluppo di prodotti, servizi o soluzioni nel campo dell’economia digitale, e/o finalizzati alla valorizzazione economica dei risultati del sistema della ricerca pubblica e privata.

 

Programmi di investimento per acquisizione di:

  1. Impianti, macchinari e attrezzature tecnologici, ovvero tecnico-scientifici, nuovi di fabbrica, funzionali alla realizzazione del progetto
  2. Componenti hardware e software funzionali al progetto
  3. Brevetti e licenze
  4. Certificazioni, know-how e conoscenze tecniche, anche non brevettate, purché direttamente correlate alle esigenze produttive e gestionali dell’impresa
  5. Progettazione, sviluppo, personalizzazione, collaudo di soluzioni architetturali informatiche e di impianti tecnologici produttivi, consulenze specialistiche tecnologiche funzionali al progetto di investimento, nonché relativi interventi correttivi e adeguativi.

 

Costi di gestione agevolabili sono:

  1. interessi sui finanziamenti esterni concessi all’impresa
  2. quote di ammortamento di impianti, macchinari e attrezzature tecnologici, ovvero tecnico-scientifici
  3. canoni di leasing ovvero spese di affitto relativi agli impianti, macchinari e attrezzature
  4. costi salariali relativi al personale dipendente, nonché costi relativi a collaboratori aventi i requisiti indicati all’articolo 25, comma 2, Decreto-legge n. 179/2012
  5. licenze e diritti relativi all’utilizzo di titoli della proprietà industriale
  6. licenze relative all’utilizzo di software
  7. servizi di incubazione e di accelerazione di impresa.

 

I costi devono essere sostenuti dall’impresa beneficiaria nei 24 mesi successivi alla data di stipula del contratto di finanziamento.

A chi si rivolge

Possono beneficiare delle agevolazioni:

  • Start-up innovative, costituite da non più di 60 mesi

Persone fisiche che intendono costituire una start-up innovativa, purché l’impresa sia formalmente costituta entro e non oltre il termine di 60 giorni

Cosa finanzia

  • Smart&StartItalia finanzia la nascita e la crescita delle startup innovative che:
    • hanno un forte contenuto tecnologico
    • operano nell’economia digitale
    • valorizzano i risultati della ricerca (spin-off da ricerca).

    Sono finanziabili progetti con spese tra 100.000 euro e 1,5 milioni di euro.

Le Agevolazioni

Smart&Start Italia offre:

  1. un mutuo a tasso zero fino al 80% dell’investimento totale. La percentuale di finanziamento può salire al 90% se la startup è costituita esclusivamente da donne o da giovani sotto i 35 anni, oppure se al suo interno c’è almeno un dottore di ricerca italiano che lavora all’estero e vuole rientrare in Italia;
  2. un contributo a fondo perduto pari al 30% del mutuo, solo per le startup con sede in Abruzzo, Basilicata, Calabria, Campania, Molise, Puglia, Sardegna e Sicilia.

 

Le startup costituite da meno di un anno possono contare su servizi di assistenza tecnico-gestionale nella fase di avvio (pianificazione finanziaria, marketing, organizzazione, ecc.).

Contattaci

FAQ

Bisogna essere necessariamente in possesso di un brevetto per poter accedere alle agevolazioni SMART & START ITALIA?

No, non vi è bisogno purché l’idea d’impresa si vada a collocare nel segmento dell’economia digitale.

In Smart & Start Italia sono ammessi a finanziamento i costi per il personale dipendente?

Si, purché rientranti nelle seguenti fasce di costo e costo orario unitario:

  1. Alto (livelli dirigenziali)
    Costo orario unitario per le spese di personale: € 75,00
  2. Medio (livelli di quadro)
    Costo orario unitario per le spese di personale: € 43,00

Basso (livelli di impiegato/operaio)
Costo orario unitario per le spese di personale: € 27,00

Quali sono i criteri per definire una startup “innovativa”?

Le startup si definiscono innovative se registrate alla sezione speciale del Registro delle Imprese e se rispondono ai requisiti indicati dall’art. 25 del D. L. 179/2012, ovvero:

    1. Se è costituita ed operativa da non più di 48 mesi;
    2. Se il totale di bilancio, inteso come valore di produzione, a partire dal secondo anno di attività non supera i 5 Milioni di euro;
    3. Non distribuisce, e non ha distribuito, utili;
    4. ha, quale oggetto sociale esclusivo o prevalente, lo sviluppo, la produzione e la commercializzazione di prodotti o servizi innovativi ad alto valore tecnologico;
    5. non è stata costituita da una fusione, scissione societaria o a seguito di cessione di azienda o di ramo di azienda;

possiede uno dei predeterminati parametri (vedi lettera h) comma 2 dell’art. 25 del D. L. 179/2012) inerenti le spese in ricerca e sviluppo, personale dipendente o collaboratori impiegati e/o in possesso di una privativa industriale. Contattaci

È necessario costituire la società per presentare la domanda di agevolazione?

No, è possibile farlo anche in seguito, dopo l’esito della valutazione. In caso di valutazione positiva, il proponente riceverà una comunicazione di ammissione alle agevolazioni tramite posta elettronica certificata. Da quel momento i proponenti hanno un tempo massimo di 30 giorni per costituire formalmente la società e per richiedere l’iscrizione alla sezione speciale del Registro delle imprese.

Esistono requisiti specifici per i soci della società beneficiaria (età, sesso, residenza, disoccupazione, partecipazioni in altre imprese)?

Non ci sono particolari requisiti relativi ad età, sesso o residenza dei soci.

Tuttavia, per godere del 90% di finanziamento del programma di spesa la società dovrebbe essere costituita interamente da giovani under 35 oppure da donne. In assenza di tali requisiti si potrà comunque accedere alle agevolazioni, e si potrebbe essere beneficiari di finanziamento agevolato nella misura massima dell’80% del programma di spesa complessivo.

Inoltre, se la startup innovativa è costituita, o sarà costituita, in una delle Regioni a convergenza (Abruzzo, Basilicata, Calabria, Campania, Molise, Puglia, Sardegna e Sicilia) potranno beneficiare del 30% di fondo perduto calcolato sulla quota di finanziamento concesso.

Quali sono le attività escluse dalle agevolazioni?

Non sono ammissibili a finanziamento le iniziative riconducibili:

  • al settore della produzione primaria dei prodotti agricoli;
  • rivolte al sostegno ad attività connesse all’esportazione;
  • al settore carboniero, relativamente agli aiuti per agevolare la chiusura di miniere di carbone non competitive.

In quanto tempo si devono realizzare i programmi di investimento della start-up ammessa alle agevolazioni?

Entro 24 mesi dalla stipula del contratto di finanziamento.

LAVORIAMO CON: