• info@ecsolutions.it

Nuove imprese a tasso Zero : Soggetti beneficiari

Possono presentare la domanda di ammissione alle agevolazioni:

Le imprese costituite in forma societaria da non più di 12 mesi (comprese le Società Cooperative), la cui compagine societaria sia composta, per oltre la metà numerica dei soci e di quote di partecipazione, da giovani di età compresa tra i 18 ed i 35 anni o da donne.

Le società costituende, formate da sole persone fisiche, purché provvedano formalmente alla loro costituzione entro e non oltre i 45 gg dalla comunicazione del provvedimento di ammissione.

Nuove imprese a tasso Zero : attività finanziabili

Attività ammissibili:

  1. Produzioni di beni nei settori dell’industria, dell’artigianato, della trasformazione dei prodotti agricoli;
  2. Fornitura di servizi alle imprese e alle persone;
  3. Commercio di beni e Servizi;
  4. Turismo;
  5. Attività della filiera turistico culturale, finalizzate alla valorizzazione e alla fruizione del patrimonio culturale, ambientale e paesaggistico, nonché al miglioramento dei servizi per la ricettività e l’accoglienza;
  6. Servizi per l’innovazione sociale.

Non sono ammesse le imprese operanti nella produzione primaria dei prodotti agricoli né quelle attive nel settore della pesca e dell’acquacoltura; tali imprese possono, tuttavia, beneficiare delle agevolazioni di cui al Decreto MISE 8 luglio 2015, n. 140, se il piano d’impresa riguarderà la realizzazione di una delle attività ammissibili precedentemente indicate, e solo qualora si dotino di una contabilità separata per le suddette attività (punto 3.5 della circolare).

Sono inoltre escluse le attività che si occupano direttamente dell’esportazione di prodotti.

Spese ammissibili

Programmi di spesa non superiori ad € 1.500.000 da realizzare entro 24 mesi dalla data di stipula del

contratto di finanziamento (possibilità di una proroga di 6 mesi).

Spese ammissibili:

  1. Suolo aziendale: nel limite max del 10% del programma complessivamente ammesso (solamente per Industria, Artigianato e Trasformazione prodotti agricoli);
  2. Realizzazione, Acquisto e Ristrutturazione Fabbricati per: Industria, Artigianato e Trasformazione prodotti agricoli (40%);
  3. Acquisto e Ristrutturazione Fabbricati per: Turismo (70%); altri settori (40%);
  4. Macchinari, Impianti e attrezzature (100%);
  5. Programmi informatici (100%);
  6. Servizi per le tecnologie dell’informazione e della comunicazione (20%);
  7. Brevetti, Licenze e Marchi (20%);
  8. Formazione specialistica dei soci e dei dipendenti (5%);
  9. Consulenze specialistiche, studi di fattibilità economico-finanziari, progett.ne e direz.ne lavori, impatto ambientale (5%).

Agevolazioni e coperture finanziarie

  • Mutuo agevolato, a copertura massima del 75% dell’investimento ammesso: tasso 0
    1. Restituzione in 8 anni a decorrere dall’erogazione dell’ultima quota a saldo del finanziamento concesso
    2. Rate semestrali costanti posticipate, scadenti il 31 Maggio e 30 Novembre di ogni anno.

Garanzie

Il finanziamento agevolato deve essere assistito da privilegio speciale, da acquisire sui beni agevolati facenti parte del programma di investimento, per un valore pari all’importo del finanziamento concesso.

Per i programmi di investimento che prevedono l’acquisti e/o costruzione e/o ristrutturazione di un bene immobile, qualora il privilegio non sia acquisibile nell’ambito del programma, il finanziamento agevolato deve essere assistito da ipoteca di primo grado da acquisire su beni immobili, anche non facenti parte del programma di investimento, rilasciati a garanzia da terzi soggetti ovvero dal beneficiario dell’agevolazione fino a concorrenza dell’importo del finanziamento agevolato non coperto da privilegio.

Laddove il valore della predetta ipoteca non dovesse consentire la copertura dell’intero valore del finanziamento concesso, lo stesso deve essere assistito da fideiussione a favore del soggetto gestore, fino a concorrenza della quota parte di finanziamento non assistita da privilegio speciale e da ipoteca.

ATTENZIONE: è richiesto un apporto di mezzi propri, ovvero finanziamento esterno non agevolato, pari ad almeno il 25% dell’investimento ammesso

Modalità per accedere alle agevolazioni

Le domande dovranno essere firmate digitalmente del legale rappresentante delle società già costituite al momento della presentazione, ovvero dalla persona fisica in qualità di socio/soggetto referente della società costituenda.

I tempi di istruttoria sono: 60 giorni dal ricevimento della domanda.

Al termine della procedura di compilazione del piano di impresa e dell’invio telematico della domanda e dei relativi allegati, alla stessa verrà assegnato un protocollo elettronico.

Iter istruttorio

Le domande sono valutate secondo l’ordine cronologico di presentazione. L’iter istruttorio si compone così:

  1. verifica formale sulla sussistenza dei requisiti per l’accesso alle agevolazioni;
  2. esame di merito.

L’esame di merito comprende un colloquio obbligatorio con i proponenti finalizzato ad approfondire tutti gli aspetti del piano d’impresa presentato. La comunicazione di ammissione alle agevolazioni è adottata entro 60 giorni dalla data di Presentazione.

Contestualmente alla comunicazione di ammissione alle agevolazioni è richiesta la documentazione necessaria per la:

  1. verifica tecnica;
  2. stipula del contratto di finanziamento

Per documentazione necessaria si intende, a titolo di esempio e non esaustivo di tutte le casistiche: planimetrie e layout aziendali; titoli di disponibilità e conformità alle vigenti normative della sede aziendale;

copia autentica dell’atto costitutivo e dello statuto; in caso di acquisto dell’immobile sede dell’unità produttiva, sul quale andrà iscritta ipoteca di 1° grado, relazione notarile ventennale, comprensiva del quadro sinottico, intestata all’Agenzia Nazionale per l’Attrazione degli Investimenti e lo Sviluppo d’Impresa S.p.A.; etc.

Le agevolazioni sono concesse ed erogate sulla base di un contratto di finanziamento, da stipularsi entro 60 giorni dalla data della delibera di ammissione.

Contattaci

FAQ

LE AGEVOLAZIONI: A CHI SONO RIVOLTE

Un socio di una società di persone/capitali il cui progetto è stato in passato già finanziato con Resto al SUD può richiedere, aprendo una nuova società, un finanziamento agevolato attraverso Nuove Imprese a Tasso Zero per avviare un’attività differente da quella precedentemente finanziata?

Teoricamente è fattibile perché non si tratta di cumulo sugli stessi investimenti, essendo due società e attività diverse. Tuttavia andrà verificato se tale fattispecie possa compromettere la perdita dei requisiti che hanno consentito l’ammissione alle agevolazioni incorrendo nella revoca.

In sede di esame istruttorio saranno effettuate le verifiche sull’attività svolta dal soggetto nella società beneficiaria nonché sulle relazioni con la nuova società che si intende avviare (es localizzazione delle iniziative) sarà infatti necessario esplicitare con chiarezza il ruolo nella nuova iniziativa, la compatibilità e conciliabilità delle due mansioni e la diversificazione del mercato di riferimento.

Le donne devono avere massimo 35 anni?

No, è sufficiente che siano maggiorenni.

Quali sono le forme giuridiche consentite?

Società di persone, società di capitali (comprese le unipersonali) e società cooperative (incluse le cooperative sociali) che esercitano in via esclusiva o principale attività economica in forma di impresa (c.d.“enti commerciali”), obbligate oltre che all’iscrizione al Repertorio Economico Amministrativo (R.E.A.), all’iscrizione al Registro delle Imprese (RI). Sono escluse le ditte individuali, le società semplici, le società di fatto.

Una società o un gruppo di persone può presentare più di una domanda?

Sì, è possibile presentare più progetti, a condizione che  il totale delle agevolazioni ricevute in regime de minimis non sia superiore a € 200.000 nell’arco di tre esercizi finanziari per la stessa impresa ed a condizione che si dimostri di essere in grado di presidiare gli aspetti tecnici e gestionali delle iniziative presentate. Sono fatte salve le specifiche limitazioni nel settore del trasporto merci su strada per conto terzi.

Una persona può far parte in qualità di socio di più società richiedenti le agevolazioni?

Sì.

Per quanto tempo i beni agevolati sono vincolati all’esercizio dell’attività?

Devono figurare nell’attivo di bilancio per almeno tre anni dopo il completamento del programma di investimenti.

Una società già esistente può presentare la domanda?

Sì, purché sia costituita da non più di 12 mesi. Le società già costituite e attive nei settori della produzione agricola primaria, della pesca e dell’acquacoltura possono realizzare solo programmi di diversificazione in attività di trasformazione agricola.
Le iniziative devono avere una contabilità ordinaria separata, per tenere distinte le diverse gestioni (non è ammissibile l’uso promiscuo dei beni d’investimento).

Ci sono limitazioni territoriali?

No, le agevolazioni sono disponibili in tutta Italia.

Le attività di ristorazione rientrano nel settore "turismo"?

Le attività di somministrazione si definiscono imprese turistiche solo se fanno parte dei sistemi turistici locali (STL), istituiti ai sensi del Decreto Legislativo 23 maggio 2011 n. 79.

COSA SI PUO’ FARE

Se il mio progetto imprenditoriale richiede l’apertura di più sedi in Italia ove localizzare i miei investimenti è possibile fare richiesta di finanziamento Nuove Imprese a Tasso 0??

La informiamo che con l’incentivo è possibile finanziare gli investimenti all’interno di in un’unica sede operativa del progetto che sarà indicata in domanda.

E' possibile fare due richieste di finanziamento Nuove Imprese a Tasso 0 da parte della stessa società per avviare due attività imprenditoriali differenti?

Posto che siano presenti i requisiti come da normativa, la informiamo che è possibile presentare più progetti, a condizione che il totale delle agevolazioni ricevute in regime de minimis non sia superiore a € 200.000 nell’arco di tre esercizi finanziari per la stessa impresa ed a condizione che si dimostri di essere in grado di presidiare gli aspetti tecnici e gestionali delle iniziative presentate. Sono fatte salve le specifiche limitazioni nel settore del trasporto merci su strada per conto terzi.

LA DOMANDA: COME VIENE VALUTATA

Quanto dura la valutazione delle domande?

L’esito della valutazione viene comunicato tramite Posta Elettronica Certificata (PEC) entro 60 giorni dalla data di presentazione della domanda o di completamento della stessa, fatti salvi i maggiori termini previsti nei casi di comunicazione dei motivi ostativi.

Come si svolge la valutazione?

La valutazione prevede la verifica dei requisiti formali e un esame di merito. La prima consiste nell’accertare il possesso, alla data di presentazione della domanda, dei requisiti di legge sia da parte dei proponenti che dell’iniziativa imprenditoriale, mentre la valutazione di merito comprende un colloquio obbligatorio con gli esperti di Invitalia per approfondire tutti gli aspetti descritti nel piano d’impresa.

Quali settori sono esclusi?

Gli unici settori esclusi dalle agevolazioni sono quelli previsti dalla disciplina comunitaria. In particolare: pesca, acquacoltura e produzione primaria di prodotti agricoli. Sono inoltre escluse le attività connesse all’esportazione.

COSA NON SI PUO’ FARE

Quali settori sono esclusi?

Gli unici settori esclusi dalle agevolazioni sono quelli previsti dalla disciplina comunitaria. In particolare: pesca, acquacoltura e produzione primaria di prodotti agricoli. Sono inoltre escluse le attività connesse all’esportazione.

Quali spese non sono ammesse alle agevolazioni?

Non sono ammesse le spese per:

  • beni acquisiti con il sistema del c/viosione,della locazione finanziaria, del leasing e del leaseback
  • investimenti di mera sostituzione di impianti, macchinari e attrezzature
  • il cosiddetto “contratto chiavi in mano”
  • commesse interne
  • macchinari, impianti e attrezzature usati
  • costi di esercizio
  • spese notarili
  • scorte, tasse e imposte (l’IVA realmente e definitivamente sostenuta dal soggetto beneficiario è una spesa ammissibile solo se non è da esso stesso recuperabile)

LAVORIAMO CON: